Calcio: procura Milano invia atti su D'onofrio a Figc

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 14 nov. (Adnkronos) – La procura di Milano ha inviato gli atti sulla vicenda che riguarda Rosario D'Onofrio alla Figc che ha convocato d'urgenza un Consiglio federale per domani a Roma. Il procuratore capo dell'Associazione Italiana Arbitri (che si è dimesso) è stato arrestato giovedì scorso per traffico internazionale di droga in un'inchiesta della Dda milanese. La procura federale ha chiesto le carte dell'indagine per andare a fondo sulla vicenda.

Da quanto emerge negli atti d'indagine D'Onofrio è stato intercettato, nel marzo del 2020, mentre effettuava alcune consegne di droga tra Milano e la Brianza vestito con una tuta mimetica dell’esercito, in modo da poter circolare indisturbato nonostante le restrizioni imposte dal lockdown. Il 20 maggio dello stesso anno è stato arrestato in flagranza mentre smistava quaranta chili di marijuana. Da allora era stato messo agli arresti domiciliari, ma nonostante questo aveva mantenuto la direzione della procura nazionale arbitrale dell’Aia, l’ufficio che si occupa di vigilare sull'operato degli arbitri di calcio, ricevuta nel marzo 2021.

D'onofrio, alias 'Rambo' o 'Il militare', che per gli inquirenti ha un ruolo di "organizzatore" del gruppo smantellato dalla Dda milanese è stato interrogato venerdì scorso e si è avvalso della facoltà di non rispondere.