Calcio: Roma ko 3-1, l'Inter torna in vetta a +1 sul Milan

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Milano, 23 apr. – (Adnkronos) – L'Inter archivia con un successo per 3-1 sulla Roma anche l’ultimo big match stagionale e si riprende il primo posto, in attesa del posticipo domenicale tra Lazio e Milan. Ora i nerazzurri sono in vetta con 72 punti, uno in più dei rossoneri. Dopo mezz’ora senza grandi occasioni, la Roma dell’ex Mourinho, festeggiato dai tifosi di casa con cori e applausi, sfiora il vantaggio con Mancini, ma a sbloccarla ci pensa Dumfries. Prima dell’intervallo arriva anche il raddoppio di Brozovic con un super gol di destro, a inizio ripresa Lautaro cala il tris. Nel finale accorcia Mkhitaryan ma è troppo tardi per provare a riaprire la partita.

La partita inizia con le due squadre che decidono di studiarsi senza affondare il colpo. Il primo tiro in porta arriva con una punizione di Dimarco al 7' che però non crea grandi problemi a Rui Patricio. Il portoghese viene invece sollecitato al 18' da un grande tiro da fuori di Calhanoglu. La risposta, col primo tiro della partita per la Roma, è di Mkhitaryan con la palla che finisce di poco a lato. I giallorossi ci provano anche al 29' con Mancini che prende il tempo a De Vrij per colpire di testa alto sopra la traversa.

Un minuto dopo il gol che cambia volto alla partita con Dumfries lanciato col telecomando da Calhanoglu, che a tu per tu con Rui Patricio non sbaglia e firma l'1-0 nerazzurro. La Roma perde la bussola mentre l'Inter accelera spinta dal numeroso pubblico di San Siro. Al 40' arriva il meritato raddoppio interista con Brozovic superstar: il croato, lanciato da Perisic, si inserisce in area e dopo un paio di finte, entra tra Mancini e Smalling calciando benissimo sul secondo palo per il 2-0. A un minuto dal termine del primo tempo è ancora Dumfries ad andare vicino al gol con un colpo di testa sul secondo palo che si spegne di pochissimo a lato.

La Roma inizia la ripresa con la voglia di riaprire il match, con Pellegrini che scappa a De Vrij senza però riuscire a servire El Shaarawy ben marcato da Dimarco. Al 7' arriva il 3-0 che chiude in pratica il match. Cross dalla destra di Calhanoglu e colpo di testa solitario per l'argentino che supera Rui Patricio. Il terzo gol è una mazzata per gli ospiti con l'Inter che controlla la partita senza grandi disagi per la gioia dei 72mila tifosi di San Siro che cantano senza sosta per tutta la squadra ma anche per l'amato ex Mourinho, Inzaghi concede la passerella sia a Brozovic che a Lautaro con gli ingressi di Gagliardini e Sanchez.

L'ultimo sussulto del match arriva all'85' con il gol dell'1-3: Shomurodov, subentrato nella ripresa, scappa a sinistra e poi crossa trovando prima il velo di Karsdorp e poi la conclusione vincente di Mkhitaryan. Sipario.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli