Calcio: Serie A, Kouamé risponde a Milik, 1-1 tra Fiorentina e Juventus

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Firenze, 3 set. – (Adnkronos) – Finisce in parità sul punteggio di 1-1 il big match del Franchi tra Juventus e Fiorentina. Bianconeri subito in vantaggio al 9' con un altro gol di Milik ma i padroni di casa rispondono poco prima della mezz'ora grazie alla rete di Kouamé in contropiede. I viola hanno anche l’occasione per ribaltarla prima dell’intervallo ma Jovic si fa parare un calcio di rigore da Perin. Nella ripresa la pressione dei gigliati ma il risultato non cambia. Allegri tiene Vlahovic a riposo in vista della Champions. In classifica la Juventus sale a quota 9 agganciando momentaneamente l’Inter (impegnata nel derby alle 18) al terzo posto, quarta gara di fila senza vittoria per la Fiorentina che è decima con 6 punti.

L’avvio è di marca ospite e in neanche dieci minuti arriva il vantaggio firmato sotto misura da Milik, al secondo gol in due apparizioni (oggi la prima da titolare). Accusato lo svantaggio, la Fiorentina sale di livello, riuscendo a sorprendere la squadra di Allegri in ripartenza: da un corner a favore dei bianconeri scatta il contropiede viola sull’asse Sottil-Kouame, con assist a campo aperto del primo e destro vincente del secondo.

Il gol regala forza ai viola, mentre la Juventus inizia ad abbassarsi. L’episodio che potrebbe indirizzare la prima frazione arriva appena prima del recupero: il Var suggerisce a Doveri che Paredes tocchi la palla di mano in area e l’arbitro, dopo aver rivisto al monitor, indica il dischetto. Si presenta Jovic dagli undici metri, ma Perin sfodera un super riflesso e sporca il suo destro angolato sul palo.

Dopo l’intervallo non rientra Di Maria, sostituito da De Sciglio. La ripresa non presenta la stessa intensità del primo tempo e, in mezzo alla girandola di cartellini gialli e sostituzioni, in tutta la prima metà non fa registrare neanche un tiro nello specchio della porta. I volti nuovi non incidono sulla partita, e tutto il secondo tempo è un lento e continuo trascinarsi di possessi palla, a prevalenza Fiorentina che non sfociano mai in vere e proprie occasioni da rete.

Nel finale il match si riaccende e a due minuti dalla segnalazione del recupero, Amrabat prova a rompere gli indugi dalla distanza, ma trova sulla sua strada ancora un grande Perin. E' l’unica e ultima vera chance da gol di un secondo tempo che alla fine consegna un punto a testa.