Calcio: Serie A pronto valzer panchine, Spalletti verso Napoli, Gattuso a Firenze e Sarri a Roma

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 28 apr. (Adnkronos) – Il campionato di Serie A di avvia alla conclusione, i verdetti non sono ancora ufficiali, ma le manovre per le panchine della prossima stagione è già partito. Il classico valzer delle panchine sta prendendo sempre più forma in vista della prossima stagione. Il Napoli a fine stagione non andrà avanti con Rino Gattuso, la prima scelta per Aurelio De Laurentiis in caso di un posto in Champions Legue è l'ex tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, e la prima alternativa è rappresentata da Ivan Juric, mentre la terza scelta, in caso di mancata qualificazione alla prestigiosa competizione per club, è Vincenzo Italiano, a quanto apprende l'Adnkronos, che a sua volta in caso contrario potrebbe prendere il posto di Juric a Verona, ma piace anche al Sassuolo in caso di addio di De Zerbi.

Gattuso si accaserà invece molto probabilmente a Firenze al posto di Iachini, già pronto un biennale con opzione per il terzo anno. In casa Roma è sempre vicino l'addio a Paulo Fonseca nonostante la semifinale di Europe League, da giocare domani con il Manchester United. L'accordo tra i Friedkin con Maurizio Sarri è sempre più vicino. Il tecnico del Sassuolo Roberto De Zerbi, in caso di mancato rinnovo con i neroverdi, potrebbe scegliere l'estero e accasarsi allo Shakhtar Donetsk.

Poi ci sono i top club italiani. Per Inter, Milan e Juve le panchine sono ancora da definire, perché Antonio Conte una volta vinto lo scudetto si dovrà risedere per parlare del contratto con Zhang, mentre il Milan terrà Stefano Pioli in caso di qualificazione Champions ma in caso contrario si potrebbe cambiare. Uno dei nomi che si fanno è quello di Massimiliano Allegri, libero e pronto a tornare in campo, difficile però senza la Champions, ma potrebbe scegliere i rossoneri se il progetto lo convincerà e se la Juventus tenesse Andrea Pirlo, come sarebbe intenzionata a fare in caso di conquista di un posto in Champions League, ma in casa bianconera il finale di stagione sarà decisivo non solo a livello di panchina.