Calcio: Sousa, 'allenare il Flamengo opportunità che non potevo perdere'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Rio de Janeiro, 11 gen. (Adnkronos) – L'allenatore portoghese Paulo Sousa ha descritto la sua decisione di unirsi al Flamengo come "un'occasione da non perdere", in riferimento al suo inizio ufficialmente del suo mandato alla guida del club di Rio de Janeiro. Sousa ha affrontato i media per la prima volta da quando ha lasciato la nazionale polacca per accettare un contratto biennale con il Flamengo. "E' un'opportunità che non sempre compare nella vita di un allenatore, quella di guidare un club grande come il Flamengo", ha detto il 51enne tecnico. "Voglio vedere la squadra ben collegata con i tifosi… e sentirci più uniti che mai. Apprezzo l'affetto dimostrato in diversi modi".

Sousa sostituisce Renato Portaluppi, esonerato in seguito alla sconfitta della squadra contro il Palmeiras nella finale di Copa Libertadores lo scorso novembre. Mentre la mossa di Sousa ha suscitato una reazione positiva in Brasile, è stata aspramente criticata in Polonia. Il presidente della FA polacca Cezary Kulesza ha descritto le dimissioni dell'allenatore come "estremamente irresponsabili" in vista della partecipazione della squadra ai playoff della Coppa del Mondo 2022 a marzo. Da quanto trapela i giocatori più importanti della rosa della Polonia, incluso l'attaccante Robert Lewandowski, sono rimasti delusi dalla scelta di Sousa di lasciare.

"La mia decisione è stata basata sull'entusiasmo, la grandezza del club, la possibilità di vincere titoli e continuare a scrivere altre pagine da segnare nella storia del Flamengo. Questa è un'occasione che non potevo perdere", ha detto Sousa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli