Calcio: Tiago Pinto, 'Non vogliamo guerre ma Roma danneggiata da arbitri più volte'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 set. (Adnkronos) – "Voglio precisare che la Roma non si nasconde in niente e in nessuno sul risultato. Vinciamo, pareggiamo e anche quando perdiamo, è capire cosa dobbiamo migliorare. Però purtroppo in tre giorni abbiamo avuto criteri diversi sull’arbitraggio. Ci siamo fatti sentire ma non vogliamo guerra e confusione, ma allo stesso tempo non possiamo nascondere che siamo rimasti arrabbiati perchè in pochi giorni la Roma è stata danneggiata”. Lo ha detto il gm della Roma Tiago Pinto a Sky prima dell'inizio di Zorya Luhansk-Roma, match valido per la seconda giornata del girone C di Conference League.

Gioca Lorenzo Pellegrini, con la fascia che porterà con ogni probabilità per i prossimi cinque anni. "La voglia nostra e del calciatore è sempre stata la stessa, oggi però è concentrato sulla partita, poi parliamo del rinnovo. Manca solo la firma? Scusa ma devo insistere, non voglio parlare del rinnovo. Dobbiamo pensare solo alla partita”, ha aggiunto Pinto che ha poi sottolineato che "dal primo giorno, anche Mourinho, abbiamo ripetuto di aver bisogno di tempo. Quando abbiamo vinto sei gare di fila c’è stata tanta euforia ma serve tempo, ci sono molti giocatori che devono crescere. Però rimaniamo ambiziosi, vogliamo vincere tutte le partite e questo è il nostro obiettivo. Non possiamo parlare di Scudetto, dal primo giorno sappiamo di avere un progetto a medio termine e il principale obiettivo è ridurre la distanza tra la Roma e il successo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli