Calcio: triangolare del cuore, in campo per ricordare vittime 11/9 e guerra in Ucraina

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 4 set. – (Adnkronos) – Domenica 11 settembre, alle 18, nel Monastero di San Vincenzo a Bassano Romano, in provincia di Viterbo, sede ufficiale della Nazionale Italiana Cantanti Christian Music, si terrà, con il Patrocinio della Siae, Società Italiana Autori ed Editori e del Comitato Nazionale Italiano Fair Play, associazione benemerita riconosciuta dal Coni, "Il Triangolare del Cuore", tra la Nazionale Italiana Cantanti Christian Music, la Nazionale Italiana Giornalisti e la Nazionale Soccer Team Argos Forze di Polizia.

Il Monastero di San Vincenzo dei Monaci Benedettini Silvestrini è un complesso di recente costruzione, edificato attorno alla Chiesa di San Vincenzo del Seicento, voluta e costruita dai Giustiniani, al cui interno vi è la statua del Cristo Portacroce o Cristo Redentore, realizzata da Michelangelo Buonarroti, nell'arco di tempo decorrente dal 1514 al 1516.

Don Alessandro Romano farà gli farà gli onori di casa di questa importante iniziativa sportiva, che, mediante il messaggio insito nella musica cristiana, ricorderà le 2.977 vittime, tra civili e primi soccorritori, dei tre attacchi terroristici, avvenuti l’11 settembre del 2001, alle torri gemelle di New York e ricorderà inoltre, le vittime della guerra in Ucraina. Don Alessandro, amico di Francesco Totti, metterà a disposizione gli spazi del Monastero, in cui svolgere le partite di calcio, alle quali farà seguito la conferenza stampa, la cena e lo spettacolo live.

Farà il suo esordio la Nazionale Cantanti Christian Music, il cui fondatore è il Cantautore toscano Fabrizio Venturi, il quale è Direttore artistico del Festival della Canzone Cristiana Sanremo 2022, patrocinato dal Comune di Sanremo e dalla Diocesi di Ventimiglia-Sanremo , del quale è Media Partner Radio Vaticana. La Nazionale, che ha sede nel monastero, ha una squadra composta da giocatori, che sono prevalentemente cantanti e noti personaggi dello spettacolo, i quali hanno partecipato al Festival della Canzone Cristiana.

Le altre due squadre, che si contenderanno i "trofei del cuore", ossia le opere realizzate dal Maestro orafo Michele Affidato, saranno la Nazionale Italiana Giornalisti, il cui Presidente è il giornalista Franco Recanatesi e la Nazionale Soccer Tram Argos Forze di Polizia, il cui Presidente è il giornalista Ezio Luzzi e il Direttore Generale è Gianluca Guerrisi. Il torneo calcistico, organizzato nel Monastero, si prefigge sia di ricordare le vittime degli attentati terroristici e della guerra, sia l'importanza, in un periodo come quello attuale, della fede cristiana e del suo messaggio, finalizzato a ricreare i valori smarriti e la Speranza, che si configura come forza rigeneratrice, in quanto sorretta dall'Amore Cristiano.

Radio Mater è la Radio ufficiale del Triangolare, che seguirà e commenterà, in diretta, le tre partite del torneo. "Gli attacchi terroristici dell'11 settembre del 2001 alle Torri Gemelle, a New York, e la guerra in Ucraina sono violenze analoghe, in quanto crimini contro l'umanità. Mai più guerre, mai più bombe! Attentati e guerre nascono dalla degenerazione dell'essere umano. Abbiamo scelto di organizzare il Triangolare l'11 settembre perché è una data che commemora la morte, ma anche la vita, ossia la volontà di rinascere dalle macerie", ha dichiarato Fabrizio Venturi, il quale è, da anni, impegnato, in qualità di Testimonial, insieme alle cantanti Dolce Nera e Carmen Consoli, nella campagna di sensibilizzazione per il disarmo atomico dal titolo "SENZATOMICA", è in procinto di organizzare, con il giornalista Biagio Maimone, il Festival della Canzone Cristiana a Kiev e a Mosca entro la fine dell'anno.

Fabrizio Venturi ha, inoltre, sottolineato: "La nazionale italiana Cantanti Christian Music è sorta per diffondere attraverso il calcio, che è lo sport più seguito, messaggi di pace, di solidarietà e di amore, al fine di colmare il cuore umano con la gioia della fede, attraverso il divertimento che lo connota".