Calcio, Uefa chiede ricusazione giudice tribunale Madrid in caso Superlega

·1 minuto per la lettura
La sede della Uefa a Nyon

MANCHESTER (Reuters) - La Uefa ha richiesto la ricusazione del giudice del tribunale di Madrid assegnato al caso sulla Superlega e ha anche presentato ricorso a un tribunale superiore nella capitale spagnola in merito a presunte "significative irregolarità".

Ieri la Uefa ha annunciato di aver annullato i procedimenti disciplinari contro Real Madrid, Barcellona e Juventus, tra i club coinvolti nel progetto Superlega, dopo che il Tribunale di Madrid ha decretato a luglio che l'organismo calcistico europeo non dovrebbe sanzionare i club ribelli.

La Uefa ha aperto un'indagine sui tre club, per poi sospendere a giugno la procedura dopo aver ricevuto la notifica dalle autorità svizzere di un ordine del tribunale di Madrid, ottenuto dall'entità legale nota come European Super League Company SL, creata dalle squadre ribelli.

È improbabile che il caso porterà all'immediata risurrezione del progetto Superlega - che ha visto forti critiche da parte di tifosi, autorità calcistiche e politici - ma spinge la Uefa a difendersi da accuse legate alle norme sulla concorrenza, che potrebbero avere un impatto su ogni futuro tentativo per la creazione di simili competizioni.

Anche se la Uefa afferma di non riconoscere la giurisdizione del XVII Corte mercantile di Madrid, il tribunale ha anche richiesto alla Corte di Giustizia dell'Unione europea di valutare se la Uefa abbia violato le norme del blocco sulla concorrenza, attraverso le misure prese contro la Superlega.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli