Calcio: Vlahovic, 'sono rimasto e Firenze per crescere e per mister Italiano'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 21 set. – (Adnkronos) – "Io mi sentivo di rimanere, qui penso di poter crescere ancora. Farò tanti gol e assist, il resto come viene viene. Ci possono essere tanti rischi, ma senza i rischi non vale la pena vivere. Un altro motivo è Italiano, perché dopo il ritiro ho detto 'con questo ci si diverte'". L'attaccante della Fiorentina Dusan Vlahovic spiega i motivi per i quali ha scelto di rimanere a Firenze nonostante le richieste di diversi top club europei. "Il mister ti sta sempre addosso, non ti fa respirare e così puoi solo migliorare. Mi piace la concorrenza, è divertente giocare per lui. Quando è arrabbiato mi chiama Dusan. Ed è sempre arrabbiato…", aggiunge il 21enne serbo a Dazn.

Il suo idolo è sempre stato Zlatan Ibrahimovic "per il suo carattere e la voglia di non mollare mai. Non permetteva mai a nessuno di comandarlo, poi le giocate mostruose… Lasciamo stare. Dopo la partita a Firenze in cui abbiamo perso 3-2 approfittai del fatto che magari non era molto arrabbiato per chiedergli la maglietta. Me la firmò, facemmo la foto e scrisse la dedica nella nostra lingua, mi ha detto di andare avanti così e non mollare mai".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli