Calciomercato Inter, Spalletti chiede rinforzi: serve l'assaltatore, sogno Mkhitaryan

Luciano Spalletti non ha fatto misteri, esternando la necessità di rinforzi a gennaio. L'unica strada sarà però quella dell'autofinanziamento.

Il primo ko stagionale a San Siro contro l'Udinese ha fatto scattare il campanello d'allarme in casa Inter : soprattutto nel secondo tempo, i nerazzurri hanno mostrato una condizione fisica pessima, condizionata forse dai 120 minuti disputati col Pordenone in Coppa Italia.

Richiedi online DB Contocarta Inter e vinci Inter-Roma!

Soprattutto in mezzo al campo, è mancata quella freschezza fisica e mentale che aveva contraddistinto in positivo le ultime partite, dando via libera all'Udinese che ha saputo colpire sfruttando al meglio le lacune concesse.

Nel dopogara, Luciano Spalletti ha non troppo velatamente fatto capire di aver bisogno di nuovi rinforzi a gennaio: "Ausilio ha detto che questa squadra è difficilmente migliorabile? Lui fa il ds, ora come ora non conosce le intenzioni ed il budget della società che dovrà fare chiarezza. Siamo forti, questo sì, ma probabilmente abbiamo bisogno anche di qualcos'altro" .

E subito la mente va a quel famoso centrocampista assaltore (Ramires o Barella ?) che tanto comodo farebbe, utile per dare il cambio a Vecino o Gagliardini, con il primo apparso stanco e provato dall'ultimo doppio impegno settimanale.

La situazione attuale porterebbe a pensare anche ad un innesto nella zona più avanzata del campo, dove Karamoh non dà ancora le giuste garanzie dal punto di visto fisico, nonostante la qualità delle giocate sia innegabile: Pastore e Verdi sono obiettivi, oltre al sogno Mkhitaryan .

L'armeno del Manchester United in particolare piace molto, ma l'unica strada percorribile per convincere il Manchester United sembra essere quella di uno scambio con Joao Mario , rimasto ai margini finora e quello più vicino a dire addio a gennaio.

Insomma, anche nella prossima sessione invernale si dovrà effettuare un autofinanziamento, risultato degli effetti del Financial Fair Play che metterà il bastone fra le ruote per ancora un po' di tempo. E Spalletti lo sa benissimo.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità