Ancelotti-Napoli, accordo raggiunto: manca solo l'annuncio

Ancelotti avrebbe già firmato il biennale come nuovo allenatore del Napoli, ma l'ufficialità arriverà solamente dopo l'addio a Sarri.

Rivoluzione Napoli sul fronte allenatore. De Laurentiis infatti ha scelto Carlo Ancelotti per prendere il posto di Maurizio Sarri, ufficialmente ancora sotto contratto fino al 2020 ma di fatto ormai separato in casa e pronto a dire addio alla società partenopea.

L'allenatore emiliano, reduce dall'esonero dello scorso autunno al Bayern, martedì sera ha raggiunto il patron azzurro a Roma nella sede della 'Filmauro'. Sede dove mercoledì mattina sono arrivati anche i componenti dello staff di Ancelotti: presenti Luigi La Sala e Mino Fulco, nutrizionista e marito della figlia dell’allenatore, e Davide, figlio del tecnico. Riunione tra le parti conclusa nel pomeriggio.

Ancelotti martedì sera è arrivato in compagnia della moglie ed è salito al secondo piano dell'edificio per incontrare De Laurentiis e l'amministratore delegato Chiavelli: l'offerta del Napoli è stata quella di un biennale con opzione per una terza stagione.

L'incontro è iniziato alle 19.30 circa e si è concluso dopo cinque ore, verso mezzanotte e mezza. Un summit interminabile al termine del quale l'allenatore è uscito, non rilasciando però alcuna dichiarazione ai cronisti presenti e, anzi, nascondendosi con una mano.

La rottura con Sarri è dunque da considerarsi totale: De Laurentiis, dopo l'incontro di mercoledì scorso, attendeva dal tecnico una risposta che nelle successive 48 ore non è arrivata, decidendo così a partire da domenica di puntare forte su Ancelotti.

Lo stesso Sarri, con ogni probabilità, proseguirà all'estero la propria avventura: lo Zenit lo vuole come successore di Mancini, ma l'ex allenatore dell'Empoli aspetta una chiamata da parte del Chelsea. Dipenderà tutto dalla permanenza, o meno, di Antonio Conte. Un altro italiano.