Calciopoli, l'ex direttore bianconero si sfoga su FB

·2 minuto per la lettura
post facebook moggi calciopoli
post facebook moggi calciopoli

In un lungo post su Facebook, l’ex direttore sportivo della Juventus Luciano Moggi è tornato a parlare di Calciopoli, criticando l’operato dell’allora presidente della Figc Franco Carraro, responsabile della retrocessione in B dei bianconeri. Frecciata al calcio milanese, salvato dal baratro della retrocessione sotto la guida di Carraro.

Calciopoli, post al veleno di Moggi su Facebook

Sono passati quasi 15 anni da Calciopoli, ma bolle ancora di rabbia Luciano Moggi. L’ex direttore sportivo della Juventus nella giornata di lunedì 3 agosto ha pubblicato su Facebook un post lungo post in cui riporta alla luce atti, sentenze e dichiarazioni dell’epoca.

In questo sfogo senza fine, Moggi punta il dito contro l’ex presidente della Figc Franco Carraro, responsabile della retrocessione e confisca degli scudetti alla Juventus: È passato tanto tempo dal giorno in cui Franco Carraro fu eletto Presidente della Figc. Sia io che Giraudo avevamo deciso di appoggiare la sua candidatura. Di questo ne parlammo con il dr. Umberto Agnelli, il quale ci mise in guardia: “ma siete proprio sicuri di quello che fate? E non aveva torto il Dottore, considerando quello che è successo nel 2006 e visti i suoi comportamenti aventi per obiettivo la “salute” delle sole squadre che voleva lui“.

In difesa del calcio meneghino

L’ex direttore bianconero accusa poi Carraro di aver pilotato le retrocessioni, con un’attenzione particolare nei confronti dell’intero calcio meneghino: “In un’intercettazione s’incavolava con il designatore Bergamo dicendogli: “Ma allora a te gli arbitri non danno più retta. Questa settimana la Lazio gioca a Milano e non si può far niente, ma da domenica prossima non può retrocedere e non può retrocedere neppure la Fiorentina”. Forse Carraro non voleva recar danno al calcio meneghino?”.

È passato tanto tempo dal giorno in cui Franco #Carraro fu eletto Presidente della #Figc. Sia io che #Giraudo avevamo…

Pubblicato da Luciano Moggi su Sabato 1 agosto 2020