Calcioscommesse: Signori, 'nessuno mi restituirà questi 10 anni'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Modena, 30 mar. – (Adnkronos) – 'Non mi reputo un presuntuoso ma una persona che voleva la verità sono trascorsi dieci anni lunghi, che non mi restituirà nessuno, ma sono un combattente". Queste le parole a caldo dell'ex attaccante di Lazio e Bologna, Beppe Signori, dopo l'assoluzione del tribunale di Modena dall'accusa di combine di due partite del 2011: Modena-Sassuolo e Modena-Siena. "Ho rinunciato alla prescrizione per arrivare fino in fondo, perché avrebbe comunque lasciato un'ombra di dubbio e questa assoluzione è la cosa più importante", aggiunge Signori all'uscita del tribunale.