Calderoli: fascismo c'è, è quello rosso visto ieri sera a Bologna

Pol/Arc

Roma, 15 nov. (askanews) - "Quelli della sinistra non si smentiscono mai: sono sconcertato oggi nel leggere le dichiarazioni dei loro più autorevoli esponenti e anche i resoconti di alcuni giornali schierati dalla loro parte. Ieri sera estremisti di sinistra e centri sociali hanno ingaggiato una battaglia nel centro di Bologna contro le forze dell'ordine e hanno fatto di tutto perché il pacifico popolo della Lega non potesse raggiungere fisicamente il PalaDozza". Lo afferma il senatore leghista Roberto Calderoli, vice presidente del Senato.

"Per fermare i partecipanti - prosegue - hanno lanciato di tutto bottiglie, petardi, razzi, pietre, contro la Polizia, rischiando di fare male a qualcuno. Eppure nonostante tutto questo a sinistra parlano di una piazza bellissima e democratica? Ma in che mondo vivono?".

"La base della democrazia - osserva Calderoli - è rispettare le idee e le opinioni degli altri, oltre a rispettare le leggi, e non vi è nulla di bello e di democratico nell'impedire con la forza e la violenza ad altri cittadini di partecipare ad un incontro pubblico, e nel negare la democrazia, il tutto ingaggiando una pericolosa guerriglia urbana. La verità è che purtroppo se c'è ancora in giro un fascismo è quello rosso e ieri sera a Bologna lo abbiamo visto all'opera".