Calderoli: governo in Umbria? Se perdono lunedì si dimettano

Pol/Arc

Roma, 24 ott. (askanews) - "Liberi i singoli ministri di fare comizi se questo non sottrae tempo al loro lavoro istituzionale, ci mancherebbe, ma che il Governo nell'ultimo giorno di campagna elettorale in Umbria, a poche ore dal silenzio elettorale prima del voto, organizzi appositamente un 'evento di Governo', come annunciato da Palazzo Chigi, a Narni domani mattina fa davvero sorridere, anche se in realtà ci sarebbe da piangere". Lo afferma Roberto Calderoli, vice presidente del Senato.

"Ci sono emergenze aperte - aggiunge il senatore leghista - c'è una manovra che per ora sembra carta per avvolgere il prosciutto, ci sono problemi di criminalità a Roma dove si spara e si uccide in strada, e l'Esecutivo si trasferisce in massa in Umbria per promettere miracoli a poche ore dal voto? Assurdo oltre che ridicolo. Ma poi davvero pensano che esibendo Conte e Di Maio come fossero nani e ballerine gli umbri cambieranno idea?. Io fino a poco fa ero convinto e sicuro che in Umbria avremmo vinto, ma adesso che sono scesi in campo Conte e Di Maio - pronostica Calderoli - sono sicuro che vinceremo con oltre dieci punti di scarto".

"Comunque se il Governo politicizza questo voto, come se fosse un test per la sua tenuta, nessun problema, ma lunedì ci aspettiamo altrettanta coerenza nel valutare le conseguenze politiche del voto umbro, per cui ci aspettiamo le dimissioni in caso di sconfitta della loro coalizione", conclude.