Calderoli: grazie Mattarella per visita Bergamo, altro che Conte

Rea

Roma, 27 giu. (askanews) - "Domani al cimitero Monumentale di Bergamo "arriver il presidente Sergio Mattarella: una visita simbolica e toccante, un momento importante e significativo per riconoscere che Bergamo la citt martire della pandemia che ci lasciamo dietro, la citt pi colpita nella carne e negli affetti. Sono stato invitato alla cerimonia e sarei andato volentieri a salutare l'amico Mattarella, cui mi lega una conoscenza ormai trentennale, ma preferisco non presenziare ad un momento pubblico, con diretta televisiva e concerto in prima serata. Senza alcuna polemica, non ci sar all'evento di domani sera, ma ringrazio di cuore il Capo dello Stato per questa sua visita". Lo scrive sulla sua pagina Facebook Roberto Calderoli, vice presidente del Senato e cittadino bergamasco.

"Una piccola nota polemica. Il presidente della Repubblica viene con la luce del sole, per salutare Bergamo e i bergamaschi, mentre il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, quando si degnato di venire ad aprile si presentato quasi a mezzanotte, furtivamente, cercando di essere invisibile, provando ad evitare anche i giornalisti cui ha risposto con nervosismo e saccenza. Sulla differenza di spessore istituzionale e di rappresentativit tra i due c' lo stesso abisso che separa il giorno dalla notte, ma non lo scopriamo oggi", conclude Calderoli.