Calderoli: inaccettabile no Governo a stato emergenza in Lombardia -2-

Pol/Bar

Roma, 22 nov. (askanews) - "Non possiamo accettare - ha affermato ancora Calderoli - che la più grande a Regione d'Italia, la locomotiva che traina tutto il Paese, la Regione con il Pil più alto e con l'export più alto, la Regione presa ad esempio nelle classifiche di tutti i servizi offerti, la Regione che con i suoi ospedali da sempre accoglie e ospita le persone che vengono da altre Regioni per farsi curare nelle nostre strutture, la Regione che si è sempre dimostrata solidale con tutti, si senta rispondere no quando nel momento del bisogno presenta un atto dovuto come lo stato di emergenza".

"Nel Governo - ha proseguito - ci sono pochissimi esponenti lombardi ma mi sarei aspettato una loro presa di posizione. Palazzo Chigi sta trattando i cittadini lombardi come italiani di serie B, sta trattando gli agricoltori e allevatori lombardi come italiani di serie B che non meritano aiuti e devono solo pagare le tasse. Attenzione, che poi alla fine la gente si incazza sul serio...".