Calderoli: indagato Salvini che difende confini, mondo a rovescio

Pol/Bar

Roma, 19 nov. (askanews) - "Per la serie il mondo alla rovescia. Una Procura della Repubblica italiana indaga il proprio ex ministro degli Interni con la curiosa accusa di sequestro di persona, accusa molto grave peraltro, per aver impedito lo sbarco sul nostro territorio ad una nave battente bandiera straniera, la Open Arms, con a bordo immigrati clandestini da identificare (perché sono clandestini fino a quando non vengono identificati, forse è bene ricordarlo a qualcuno)". E' quanto ha dichiarato in una nota Roberto Calderoli (Lega), vicepresidente del Senato.

"Comunque io sto con Salvini. E magari - ha aggiunto - sarei contento se i magistrati agrigentini, così zelanti, intensificassero la caccia ai trafficanti di uomini che provocano le stragi in mare al posto che perdere tempo con chi ha svolto il proprio dovere istituzionale e magari approfondissero le indagini sulla Open Arms, sui suoi possibili rapporti con i trafficanti di uomini, su come sia riuscita a intercettare i gommoni degli immigrati, a trovarsi nel posto giusto al momento giusto...".