Calderoli: non adeguate le misure prese contro coronavirus

Rea

Roma, 30 gen. (askanews) - "Il ministro della Salute nel suo intervento in Parlamento ha confermato che il coronavirus, come rischio, va equiparato al colera e alla peste e trattato conseguentemente. E meno male che eravamo noi della Lega a fare allarmismo... Ma a questo punto se i rischi sono quelli del colera e della peste anche le contromisure devono essere adeguate al massimo livello, compreso il controllo delle frontiere. Eppure non mi pare che l'Italia stia facendo questo. Non mi sembrano misure adeguate quelle finora messe in campo dal Governo". Lo afferma il senatore della Lega Roberto Calderoli, vice Presidente del Senato.