Calderoli: obiettivo autonomia è livello più alto per tutti

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 23 nov. (askanews) - "Il problema del Paese è che il Sud è rimasto indietro. Non ci sono due velocità ma ce ne sono quattro o cinque nel Paese. La nostra volontà e il nostro obiettivo è che tutti raggiungano i massimi livelli, non per lasciare indietro qualcuno ma per portarli tutti al livello più alto". Lo ha detto il ministro per gli Affari regionali e le autonomia Roberto Calderoli, a margine della XXXIX Assemblea Anci in corso a Bergamo.

A chi gli ha chiesto se sull'autonomia la Campania ha fatto un documento perfino "più all'avanguardia", come da lui stesso affermato qualche giorno fa, Calderoli ha replicato: "Più all'avanguardia è esagerato perché il mio obiettivo è di definire prima i livelli essenziali delle prestazioni, poi i costi e i fabbisogni standard e procedere al trasferimento con delle nuove funzioni. Nel documento campano si potevano trasferire funzioni senza ancora avere definito i livelli essenziali delle prestazioni". Un riforma contestata dal presidente della Regione Vincenzo De Luca, secondo Calderoli, perché "è del Pd, solo per quello ma ci sono due deliberazioni del Consiglio regionale e una di giunta e quelli sono i contenuti".