Caldo in Europa: Italia verso lo stato di crisi per siccità, brucia la Spagna

Migliaia di ettari di terreno andati in fumo. La zona della Sierra de Culebra brucia da mercoledì. Mai un incendio boschivo in Spagnaera stato così esteso negli ultimi 10 anni e ancora i vigili del fuoco sono al lavoro per contenerlo.

Nel frattempo, riportano media iberici, sono salite a otto le località evacuate in un'altra regione spagnola, la Navarra, la più duramente colpita nelle ultime ore da incendi boschivi. Centinaia di pompieri stanno cercando di controllare le fiamme che minacciano le zone abitate.

Intanto chi può cerca di rinfrescarsi al mare.

Emilio Morenatti/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
Una spiaggia di Barcellona, 17 giugno 2022 - Emilio Morenatti/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Qui siamo su una spiaggia di Barcellona, presa d'assalto anche durante la settimana. Questa scena si ripete praticamente in tutte le coste europee.

"Penso che questa calura sia davvero allarmante - dice una turista francese - Possiamo toccare con mano le conseguenze del cambiamento climatico. Dobbiamo trovare delle soluzioni, non si può continuare così".

Italia verso lo stato di crisi per la siccità

L'allarme siccità che ha colpito l'Italia presto si trasformerà in uno stato di crisi, secondo il ministro delle Politiche agricole, Stefano Patuanelli.

Il settore agricolo è in forte affanno a causa della mancanza di piogge. In Piemonte si parla di 15 giorni di tempo per salvare i raccolti. Il livello idrometrico del Po al Ponte della Becca (in provincia di Pavia) è sceso a -3,7 metri su livelli più bassi da almeno 70 anni. In sofferenza anche i grandi laghi, come il Maggiore, sceso al minimo storico con un grado di riempimento del 22%, mentre quello di Como è al 25%. Per la Coldiretti i danni all'agricoltura sono di 2 miliardi.

Razionata l'acqua per uso domestico. In alcuni comuni piemontesi si chiudono i rubinetti di notte per riempire le cisterne per la giornata.

Le regioni del Nord Ovest sono già in sofferenza, e ora anche quelle del Nord Est sono in emergenza. Il Centro è in una situazione pre emergenziale, mentre nel Mezzogiorno il problema siccità è endemico. Significa che il Sud, con alle spalle diverse annate caratterizzate dalla siccità, ha molte zone che vanno verso la desertificazione. Siamo passati da una media di 40 giorni di emergenza all'anno a oltre 150 e questo mette in difficoltà l'agricoltura. Ci restano 10-15 giorni di riserve d'acqua per irrigare i campi.

L'incendio nel campo militare

In Francia il fuoco dell'artiglieria durante un addestramento ha fatto divampare un incendio a ovest del campo di Canjuers nel Var. Distrutti 600 ettari di vegetazione . I pompieri si sono dovuti muovere oculatamente dato che l'area era contaminata da esplosivi.

Duecento ettari di foresta di pini sono andati in fumo nelle Landes. Il fuoco ha toccato i comuni di Vielle-Soubiran, Saint-Justin, Estigarde etSaint-Julien-d'Armagnac.

Caldo anche in Svizzera e Germania

Prese d'assalto le coste europee. E chi non ha il mare fa un tuffo in piscina, al lago o nel fiume. Sulle rive del fiume Limmat in centro a Zurigo è difficile trovare un posto per stendersi.

Michael Buholzer/' KEYSTONE / MICHAEL BUHOLZER
Le rive del fiume Limmat - Michael Buholzer/' KEYSTONE / MICHAEL BUHOLZER

Anche la Germania ha raggiunto picchi di temperature superiori ai 35 gradi, arrivando a un nuovo record per giugno con 38,7 gradi nella città di Cottbus.

Un incendio boschivo vicino a Berlino ha bruciato più di 200 ettari e ha coinvolto 500 persone nel tentativo di tenere sotto controllo le fiamme. I forti venti che si sono alzati domenica hanno alimentato il fuoco. Evacuate due cittadine.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli