Caldo: gelato perfetto? Il segreto e' catena del freddo senza sorprese

Roma, 13 lug. - (Adnkronos Salute ) - Dal produttore al frigo di casa, senza mettere a repentaglio la qualità del gelato confezionato. Per il peccato di gola la catena del freddo, come la definiscono gli esperti, non deve interrompersi mai. Altrimenti il rischio è di compromettere la qualità e la sicurezza del gelato. A stilare i segreti per conservare in maniera impeccabili coni, multipack, mini porzioni, torte e tranci, vaschette e secchielli, è l'Istituto del gelato italiano (Igi). Una serie di accorgimenti per preservare l'alimento durante queste assolate giornate estive.

"Il gelato esce in condizioni perfette dagli stabilimenti di produzione - affermano gli esperti dell'Igi - stoccato a meno 18 gradi C e trasportato nei supermercati in appositi mezzi frigorifero. A questo punto viene trasferito nei freezer a pozzetto o a sportello degli esercizi commerciali". Qui la catena del freddo, indispensabile per conservare al meglio la bontà del gelato, potrebbe subire qualche interruzione momentanea a seconda della serietà e dell'efficienza del rivenditore che si sceglie. "Ecco che per essere sicuri di acquistare un gelato in condizioni ottimali - avverte l'Igi - il primo 'check' da effettuare è quello a vista. Ovvero verificare la formazione di brina o di cristalli di ghiaccio, ad esempio sulle vaschette o sui secchielli di gelati. Questi elementi indicano che il gelato ha subito sbalzi di temperatura consistenti o prolungati. Il rischio è che sia meno morbido e vellutato al palato o abbia perso la forma originaria".

Il gelato una volta acquistato non deve essere lasciato per troppo tempo nel bagagliaio dell'auto soprattutto se le temperature sono molto elevate. Inoltre mai ricongelarlo se già scongelato. Se non si dispone di una borsa termica può essere utile conservarlo in un sacchetto di carta che ha una funzione isolante. E tornare a casa al più presto per rimetterlo nel freezer, assicurandosi che la temperatura sia posizionata sui -15/-20 gradi C.

Se conservato correttamente nel freezer di casa il gelato confezionato dura in modo ottimale per lungo tempo. Sulle confezioni è comunque indicato il tempo di conservazione consigliato dallo stesso produttore per gustare l’eccellenza del gelato stesso.

Ma non manca ancora qualche accortezza da seguire. "Se apriamo e chiudiamo in continuazione il freezer o peggio lo lasciamo aperto - avvertono gli esperti - per un tempo prolungato, alcuni microcristalli di ghiaccio del gelato si sciolgono e poi si ricongelano formando altri cristalli più grandi. Questo fenomeno può rendere il gelato meno morbido e vellutato al palato o fargli perdere la forma originaria".

"Può capitare anche - conclude l'Igi - che il freezer non abbia una temperatura costante e una spia d'allarme è la formazione di piccoli cristalli di ghiaccio sulla confezione o addirittura sulla superficie del gelato". In questo caso, per evitare brutte sorprese al prossimo acquisto, meglio verificare il funzionamento della macchina.

Per approfondire visitaAdnkronos
Ricerca

Le notizie del giorno