Caldo record e notti “tropicali”, quando arrivano i temporali?

Il caldo rovente diventa sempre più insopportabile da Nord a Sud Italia, con temperature record in diverse città. Anche le notti si fanno "tropicali" e riposare bene diventa un'ardua impresa: le previsioni meteo però annunciano un cambio di rotta. Quando tornerà il fresco nel nostro Paese?

VIDEO - Cucina: ricette facili e veloci sotto l’ombrellone

Anche il penultimo weekend di luglio, quello di sabato 23 e domenica 24, è stato all'insegna dell'afa e del caldo, con 19 città da bollino rosso. Lungo l'intera penisola il termometro raggiunge i 40 gradi e fatica a calare persino durante le ore notturne.

GUARDA ANCHE - Bonus estate: ecco tutte le agevolazioni per affrontare il caldo

Il cambio di rotta, fortunatamente, è dietro l'angolo. Nella serata di lunedì 25 luglio sono attesi i primi temporali, che potrebbero rifrescare diverse zone. Le perturbazioni sono destinate a proseguire, regalando un clima che torna a essere nella media stagionale. Pioggia e temporali interesseranno soprattutto le Regioni settentrionali. Dal Nord Europa è in arrivo l'aria più fresca, che indebolirà l'anticiclone africano. Tuttavia, "scontrandosi" con l'aria rovente dell'ultimo periodo, c'è il rischio di violenti rovesci. Non si escludono forti grandinate che potrebbero interessare il Nord Italia.

LEGGI ANCHE: Con l'aumento delle temperature si rischia un'epidemia di zecche

Le parole degli esperti fanno ben sperare. Finalmente le temperature saranno più sopportabili. Sembra, infatti, che con l'arrivo di alcuni rovesci anche il termometro sia destinato a calare. Le massime potrebbero scendere anche di 4/5 gradi a partire da mercoledì 27 luglio, soprattutto al Nord. Qualche grado in meno atteso anche nelle Regioni centrali. Situazione pressoché invariata al Sud, dove il sole continuerà a splendere e il caldo non smetterà di farsi sentire.

GUARDA ANCHE - Salute: il caldo fa male, ecco le malattie più frequenti

Intanto si aggrava l'emergenza siccità, che ha già fatto scattare lo stato di emergenza in 5 Regioni. Non mancano neppure i rischi per la salute: per questo motivo, i medici raccomandano prudenza e ribadiscono alcuni consigli utili per proteggersi dalle alte temperature.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli