Caldo record in Italia, quando è previsto il giorno più bollente dell'anno

Caldo record
Caldo record

Il mese di luglio 2022 è stato caratterizzato da temperature che hanno toccato picchi record. A complicare il tutto l’assenza quasi totale di piogge che ha fatto piombare il Paese in una situazione di siccità. Ora stando a quanto riporta Fanpage, si starebbe avvicinando uno dei giorni più torridi dell’anno durante il quale questo caldo toccherà il suo apice. Ogni cosa che ha un inizio, ha anche una fine e così anche questa ondata di caldo potrebbe giungere a breve al capolinea con un drastico calo delle temperature.

Caldo record, quando verrà raggiunto il picco

L’apice di questa ondata di calore potrebbe dunque essere toccato molto presto e precisamente mercoledì 20 luglio. In particolare nelle giornate di giovedì 21 e venerdì 22 luglio le temperature potrebbero superare i 33 gradi pressoché ovunque per arrivare a toccare punte di 44-45 gradi in Regioni come l’Emilia-Romagna, la Puglia o ancora le Isole (Sicilia e Sardegna).

In ogni caso potremmo non dover aspettare a lungo prima di veder crollare le temperature. Stando alle previsioni del colonnello Giuliacci indicate nel sito “meteogiuliacci.it” “tra sabato 23 e domenica 24 un nucleo di aria fresca proveniente dal Nord Atlantico potrebbe irrompere sull’Italia, causando un brusco calo delle temperature e la fine del caldo intenso prima al Nord e poi anche al Centro-Sud”.

Atteso brusco calo delle temperature

Con il calo delle temperature del prossimo weekend dovremo aspettarci un crollo delle temperature di circa 10-12 gradi e il tutto nel giro di 48 ore. Luglio, ad ogni modo potrebbe terminare con un’ultima settimana calda, anche se più sopportabile, infine il tanto atteso sollievo che dovrebbe portarci progressivamente al mese di settembre quando l’autunno sarà alle porte.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli