Caldo torrido ed assenza di piogge spingono il governo a scelte drastiche su un disastro “storico”

Francia nella morsa della siccità
Francia nella morsa della siccità

La Francia è talmente tanto nella morsa della siccità che più di 100 Comuni sono rimasti senza acqua potabile, con caldo torrido ed assenza di piogge anche nel periodo invernale che spingono il governo a scelte drastiche su un disastro “storico”. L’allarme lo ha lanciato in questi giorni il ministro della Transizione ecologica, Christophe Béchu, che ha parlato di “siccità storica” ed ha spiegato come molte aree transalpine siano ormai allo stremo.

Francia, in 100 senza acqua potabile

E non solo ci sarebbero oltre 100 comuni senza acqua potabile, ma anche ben 93 dipartimenti su 96 che ormai sono stati assoggettati per intero a restrizioni di varia natura legate all’acqua. In più, il governo registra che 62 dipartimenti, pari a più o meno due terzi del Paese, sono dichiarati al livello di crisi. In quella situazione parte il protocollo per cui vige il divieto di innaffiamento dei prati, di lavaggio delle auto e di irrigazione delle colture.

La visita del ministro nel sud del paese

Bechu ha effettuato una visita conoscitiva nel sud del paese, nelle Alpes-de-Haute-Provence, e ha detto: “In oltre cento paesi non c’è più nulla nelle tubature e le autorità son state costrette a fornire acqua potabile agli abitanti attraverso servizi quotidiani di autobotti”. E ancora: “Ci sono approvvigionamenti che vengono fatti con dei camion di acqua potabile che trasportiamo”. Il mese appena trascorso, luglio 2022, è stato orribile in termini di temperature e siccità non solo per la Francia, ma anche un po’ per tutta l’Europa, purtroppo Italia compresa.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli