Calenda "de core" a Pd e Italia Viva: "Quand'è che dite basta?''

webinfo@adnkronos.com

Si dà il via libera al taglio dei parlamentari, trattando la Costituzione come se fosse un ''regolamento di condominio", "senza curarsi delle conseguenze. Lo fate perché avete preso un impegno con Di Maio" e "in cambio che avete ottenuto? Niente". Carlo Calenda, "de core", si rivolge agli elettori di Pd e Italia Viva in un videomessaggio postato sui social. "Sta succedendo qualunque cosa. So che gli elettori vanno blanditi, ma è arrivato il momento della verità. Mi pare che sia stata una resa senza condizioni, voglio capire quand'è il momento di dire basta", incalza l'ex ministro. 

"Ci accingiamo, anzi vi accingete, a far tagliare i parlamentari come se la Costituzione fosse un regolamento di condominio. Avete preso questo impegno con Di Maio perché avete ottenuto un sacco di cose? Non avete ottenuto niente... Non avete ottenuto discontinuità, non avete ottenuto nulla sulle priorità, sulla scuola, sulla sanità, sugli investimenti.. E' stata una resa senza condizioni. Teniamo il reddito di cittadinanza, quota 100 è una cosa indegna 

"Quand'è che avete firmato quest'assegno in bianco? Quand'è che avete rinunciato combattere perché 'sennò arriva Salvini'. Non è vero, in tutta Europa i sovranisti erano dati vincenti e sono stati sconfitti perché non si è rinunciato a combattere", sottolinea l'europarmamentare. "Quand'è che dite basta?", chiede agli elettori.