Calenda difende Bellanova: “Di Maio manco le scarpe le può allacciare”

Calenda difende Bellanova: “Di Maio manco le scarpe le può allacciare”

Carlo Calenda non si è di certo mai definito un profondo estimatore di Luigi Di Maio. Il paragone tra il nuovo ministro degli Esteri e Teresa Bellanova, lo infastidisce e attraverso un tweet spiega il perché.

Calenda difende Bellanova

Carlo Calenda, recentemente ha lasciato il Partito Democratico in seguito alla coalizione con il M5s per la formazione del nuovo governo. Il motivo? Secondo l’eurodeputato i due partiti troppo distanti o meglio “non hanno nulla in comune”. Dopo la formazione del nuovo esecutivo, sono state numerosissime le critiche ricevute da Teresa Bellanova, attuale ministro dell’Agricoltura, per il suo titolo di studio. A scendere in campo e difendere a spada tratta l’ex compagna di partito è proprio Calenda, che attraverso il suo profilo Twitter dice la sua sul paragone tra la Bellanova e Di Maio: “Teresa ha un CV impeccabile (Cv non è solo/tanto titoli di studio) da sindacalista e al governo ha presidiato centinaia di crisi. Se vivessimo in un paese giusto farebbe il ministro del Lavoro. Di Maio neanche le scarpe le può allacciare“.

L’attacco a Salvini

Carlo Calenda non si è risparmiato neanche verso l’ex ministro degli Interni Matteo Salvini, dedicandogli su Twitter parole al veleno:”Tu l’onore non sai cos’è. A Di Maio ti sei precipitato a offrire di fare il Presidente del Consiglio, l’Italia l’hai danneggiata facendo scene mai viste per un Ministro. Sei un bullo di cartapesta. Quanto mi sarebbe piaciuto affrontarti in una campagna elettorale. Ma arriverà. E sarai sconfitto“.