Calenda e la 'punizione divina' per Alitalia

webinfo@adnkronos.com

"E’ un paese normale quello in cui aerei e treni scioperano contemporaneamente? Il tutto ovviamente di venerdì". E' la domanda che si pone Carlo Calenda, evidentemente costretto a rivedere i propri programmi per lo sciopero che ha bloccato diversi settori dei trasporti. "Personalmente la considero una punizione divina per non aver fatto fallire Alitalia quando potevo", twitta il leader di Azione, che poi punta il dito contro l'assenza dell'esecutivo. "Ma rimane il fatto che Governo è non pervenuto. Come sempre".