Calenda: errore mozione contro Salvini, ricompatta M5s-Lega

Rea

Roma, 20 lug. (askanews) - La mozione di sfiducia contro il ministro dell'Interno Matteo Salvini presentata da Maria Elena Boschi "mi sembra un ottimo modo per ricompattare Lega e M5s. Non diamo loro pretesti per tornare insieme". È l'opinione di Carlo Calenda, ex ministro e ora europarlamentare del Pd, che in un'intervista alla Stampa spiega: "Aspettiamo almeno di sentire cosa dirà il premier al Senato".

Secondo Calenda, l'opposizione ha bisogno di un piano forte e il segretario del Pd, Nicola Zingaretti lo ha annunciato, "ma non possiamo aspettare novembre". Il dialogo Pd-M5s, poi, "è stato escluso da tutti, è un argomento chiuso prima delle elezioni", chiarisce Calenda, a giudizio del quale in caso di crisi "non mi sembra che il Presidente della Repubblica sia orientato" verso il tentativo di formare un nuovo governo "ma piuttosto alle elezioni". E aggiunge: "Certo però se non si allarga il fronte antisovranista e il bacino di voti del centrosinistra, allora il rischio è che prevalga la linea del dialogo col M5s dopo il voto. E sarebbe una catastrofe". Secondo Calenda, la crisi è alle porte: "Il governo non regge. Hanno perso il controllo del Paese. Non c'è tempo da perdere".