Calenda: perdiamo l'Ilva per giochini di Pd e Renzi col M5S

Bar

Roma, 5 nov. (askanews) - "La colpa principale ricade sul Pd e su Renzi". Così Carlo Calenda, ex ministro dello Sviluppo economico, ha commentato in una intervista al Messaggero l'annuncio della cordata ArcelorMittal dalla gestione dell'ex Ilva di Taranto a causa dell'abolizione dello scudo penale per i suoi dirigenti.

"Non condivido - ha spiegato - la politica dei 5 stelle ma quello che non posso concepire è che Pd e Italia viva consentano la creazione di casi come questo e magari ci sguazzino dentro".

"Io spero - ha detto Calenda rispondendo a una domanda sulla possibilità di 'recuperare' ArcelorMittal - che intervenga Conte senza perdere un minuto. Altrimenti c'è la nazionalizzazione. Che piacerebbe a tanti in Parlamento. Ma per via degli aiuti di Stato non credo che l'Ue la consentirà".