'Calendesercito 2022', in 12 mesi l'impegno a 360 gradi dei militari

·3 minuto per la lettura

Dall’impegno nei teatri operativi per la bonifica di ordigni e l’addestramento delle Forze di sicurezza locale alle missioni contro il terrorismo, dai mezzi usati contro le minacce chimiche o biologiche all’operazione ‘Strade sicure’, dal supporto in caso di calamità fino al ruolo fondamentale contro l’emergenza Covid su più fronti come ad esempio la distribuzione dei vaccini, il controllo delle ‘zone rosse’, la sanità militare. Sono solo alcuni dei tanti volti dell’Esercito, il cui impegno a 360 gradi viene raccontato nel ‘Calendesercito 2022' dal titolo "La vostra difesa la nostra missione".

Il ‘Calendesercito 2022' è stato presentato nella Biblioteca Militare centrale di Palazzo Esercito a Roma. "Il ruolo della Forza Armata - ha detto il generale Pietro Serino, Capo di Stato Maggiore dell’Esercito - è essere pronta a rispondere alle chiamate del Paese quale che sia la minaccia che va fronteggiata". "I fattori che consentono e hanno consentito anche nella pandemia all’Esercito e alle altre Forze Armate di rispondere alle esigenze del Paese sono la capacità di combattimento, la capacità e l’autonomia logistica" ma anche la presenza capillare da Nord a Sud del territorio: "Siamo il volto rassicurante dello Stato".

"Per noi il calendario, e ancora più questo, vuole essere un modo per raccontarci agli italiani", ha continuato il generale Serino. Il sottosegretario alla Difesa Giorgio Mule’ ha sottolineato: "Il calendario e’ un simbolo, è una bandiera. La parola fondamentale in questo calendario è competenze, convergere in un medesimo punto e mirare a un obiettivo comune. La tutela della sicurezza, dello Stato e dei cittadini declinato con il motto ‘la vostra difesa la nostra missione’ passa da un duro lavoro di addestramento". Il calendario, che vede Leonardo come sponsor, ha quest’anno un layout innovativo, una versione fotografica con l’inserimento di disegni realizzati ad hoc.

La presentazione del calendario è stata l'occasione per ricordare che l'impegno della Forza Armata contro il Covid prosegue. "Leggevo che si parla di riattivare alcuni hub vaccinali che avevamo schierato e che al momento sono dormienti: ovviamente continueremo a farlo con la stessa passione messa fino a oggi", ha riferito il generale Serino assicurando che l’impegno contro la pandemia "continuerà secondo le richieste". Il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito ha poi espresso "immensa gratitudine della Forza Armata nei confronti dei suoi medici e del personale sanitario".

Il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza Covid, "sta contribuendo, con la sua serenità, a trasmettere una bella immagine dell’Esercito italiano", ha poi osservato il generale Serino. "La prima cosa che mi chiede chi non mi conosce quando gli dico che ha di fronte il capo di Stato Maggiore dell’Esercito - ha raccontato - è se conosco Figliuolo e questa cosa mi riempie di soddisfazione, non lo dico perché c’è una grande amicizia e ci conosciamo da 40 anni". "Figliuolo è in questo momento la nostra immagine, è la nostra prima linea - ha continuato il gen. Serino - è colui che, assumendosi una grandissima responsabilità sulle sue spalle, sta portando avanti il contributo che l’Esercito e le Forze Armate nel complesso stanno dando alla difficile e lunga campagna di contrasto alla pandemia".

Lo sguardo va anche al futuro e alle prossime sfide. La dimensione "cyber è la prima dimensione inventata dall’uomo e ci pone di fronte a sfide sconosciute", ha osservato il generale Pietro Serino. Di fronte a queste nuove minacce, ha spiegato, "dobbiamo ripensare come organizzarci e affrontarle. E' una sfida entusiasmante e sono sicuro che la affronteremo insieme con le altre istituzioni". Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha sottolineato che "il futuro ci vede come una forza armata proiettata a mantenere la capacità originaria", avvalendosi però delle potenzialità delle nuove tecnologie. Inoltre si andrà verso il "potenziamento del dual use" come per la "sanità militare" e la "difesa nella dimensione cyber". "Il futuro dell’impiego della Forza armata è laddove il parlamento e il governo ci chiederanno di intervenire", ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli