Calhanoglu: 'Grazie a Ibra il Milan per me è diventato più attraente. Le sue critiche non mi danno fastidio'

Intervistato dalla Bild in Germania, il centrocampista del Milan, Hakan Calhanoglu, ha raccontato l'arrivo in rossonero di Zlatan Ibrahimovic e di come sia riuscito a cambiare, soltanto con la sua presenza, il rendimento e il morale della squadra.

LEADER - "Avevamo bisogno di un leader come lui. È in piena forma, è allenato. Pur avendo 38 anni gli avversari lo temono. Quando è entrato in campo a San Siro i tifosi sono impazziti".

PIU' ATTRAENTE - "Il Milan con Zlatan è tornato a vivere e anche per me questo club attraverso Ibra è diventato ancor più stimolante e affascinante”.

MORALE - "Da quando c'è lui il morale è in crescita. Quel che mi piace di lui è che dice apertamente cosa sbaglio e cosa faccio bene. Mi mostra i miei errori, non gli interessa se sono d'accordo. Lo fa perché sa che è giusto così, e lo fa con tutti”.