California, sparatoria a San Josè: 8 morti

·1 minuto per la lettura

Otto persone sono morte oggi in una sparatoria a San José, in California, oltre all'aggressore, che si è suicidato. Lo ha riferito la polizia della città, secondo cui il bilancio potrebbe anche aumentare, dal momento che alcuni dei feriti sono in gravi condizioni. La sparatoria è avvenuta presso lo scalo ferrovia leggera.

Gli uffici della Vta, la società che gestisce tre linee di ferrovia leggera e 70 linee di autobus regionali.

Il sito del Mercury News, il giornale di San Josè che parla di diversi morti attribuendo le informazioni a fonti locali, cita una televisione che ha riportato la testimonianza della madre di un dipendente dalla Vta che ha detto che la sparatoria sarebbe avvenuta durante una riunione sindacale nel quartier generale della Valley Transportation Authority. Tutte le persone coinvolte sarebbero infatti dipendenti della Vta.

L'uomo che ha aperto il fuoco aveva prima dato fuoco alla sua casa. Le stesse fonti affermano che l'aggressore, che aveva circa 50 anni, si sarebbe suicidato dopo la sparatoria. La polizia ha trovato diverse armi e munizioni nella sua abitazione. Secondo le fonti del giornale californiano, vi sono anche alcune indicazioni che la sparatoria sia stata provocata da problemi sul posto di lavoro. E confermano che nessun viaggiatore della ferrovia è stato coinvolto.

La polizia ha ricevuto diverse chiamate al numero di emergenza verso le 6.35 del mattino. Lo scalo ferroviario di San Josè si trova ad un isolato dall'ufficio dello sceriffo e dalla sede del tribunale locale.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli