I cambiamenti della politica americana: dagli accordi sul clima alla pandemia di Covid-19

·2 minuto per la lettura
Joe Biden
Joe Biden

Il 7 novembre Joe Biden è stato dichiarato vincitore delle elezioni Usa 2020 dopo tre giorni di conteggio dei voti. Il candidato democratico ha battuto Donald Trump, il Presidente in carica, con il quale c’è stato testa a testa fino alla fine. La conferma della vittoria è arrivata dalla Pennsylvania che con i suoi 20 grandi elettori in palio ha assicurato all’ex vice di Obama di raggiungere la Casa Bianca. Ora per gli Stati Uniti e per il resto del mondo cambia tutto. Il democratico ha idee politiche completamente diverse dal predecessore: dall’ambiente e gli accordi sul clima alla pandemia di Coronavirus, dalla politica estera alla sanità, ecco cosa ci aspetta.

Joe Biden nuovo presidente Usa

Al primo posto della lista delle azioni del presidente Biden ci sono quelle sull’ambiente e sulla pandemia di Coronavirus, almeno stando al programma elettorale disponibile sul sito del partito democratico. Gli Usa con Trump avevano infatti fatto ufficialmente un passo indietro dagli accordi sul clima di Parigi. Siglata nel 2015 da Barack Obama, l’intesa ha trovato il disappunto di Donald Trump, il quale, un anno fa, si era avvalso di una clausola di uscita diventata effettiva solo pochi giorni prima della vincita di Biden. Il nuovo Presidente però ha puntato molto sulla questione climatica, dichiarando che in caso di vittoria imporrà al Paese una strada diversa.

Passando all’emergenza Covid-19, ha promesso che ribalterà la decisione di Trump di far uscire gli Usa dall’Organizzazione mondiale della Sanità. “Se non cambiamo rotta rischiamo altri 200mila morti”, aveva detto nel corso di un comizio elettorale in Pennsylvania -. Trump dice che si può convivere col Covid ma in realtà qui si muore perché non c’è un piano”.

Biden rimane anche favorevole al cosiddetto Obamacare, la riforma sanitaria fortemente voluta e ottenuta dall’ex presidente Barack Obama, firmata il 25 marzo 2010, quando lo stesso Biden era vicepresidente. Questa riforma aveva consentito a milioni di statunitensi di stipulare un’assicurazione privata con un sistema di aiuti pubblici.

Politica estera

Tutto il contrario di Trump anche la sua politica estera. Biden vorrebbe riallacciare i rapporti con Cuba come durante l’amministrazione Obama. Non dovrebbero però cambiare le politiche sull’Afganistan, né quelle sul conflitto mediorientale. Sia Trump che Biden erano infatti favorevoli agli accordi tra Israele e gli Emirati Arabi dello scorso agosto. Infine: nuova fiducia alla Nato, e l’eliminazione del Muslim Ban (il divieto di ingresso negli Usa per i cittadini in arrivo dai paesi musulmani).