Cambiamento climatico, centinaia di attivisti all'aeroporto olandese in segno di protesta

amsterdam aeroporto
amsterdam aeroporto

Centinaia di attivisti climatici hanno bloccato l’aeroporto di Amsterdam, cercando di impedire il decollo di jet privati, tra i responsabili maggiori dell’inquinamento ambientale.

Aeroporto Amsterdam, centinaia di attivisti climatici bloccano i jet

Secondo quanto riporta la Cnn, nella giornata di sabato 5 novembre oltre 500 attivisti climatici di Greenpeace ed Extinction Rebellion avrebbero fatto “irruzione” nell’aeroporto Schiphol di Amsterdam, bloccando il decollo dei jet privati.

Sempre secondo quanto raccolto dalla Cnn, gli attivisti chiedevano che l’aeroporto diminuisca il traffico aereo e limiti i voli privati per ridurre l’inquinamento dell’aria.

Gli attivisti della zuppa contro Van Gogh

Ha fatto più scalpore il segno di protesta di quattro giovani attivisti di Ultima Generazione che lo scorso 4 novembre hanno lanciato un piatto di zuppa contro la teca che proteggeva un quadro di Van Gogh, presso una mostra al Palazzo Bonaparte di Roma.

“Apparentemente questa azione sembra sconnessa al cambiamento climatico- così ha dichiarato uno dei ragazzi a Fanpage.it– ma così vogliamo chiedere: ‘Ti scandalizzi per una teca di vetro che è stata sporcata in un momento della tua tranquillità e non ti scandalizzi per 600 persone nigeriane che sono morte in un’alluvione questa estate e più di un milione di nigeriani che sono marcia adesso?

Perché per parlare di morti dobbiamo lanciare la zuppa sul quadro di Van Gogh?“, ha concluso in seguito il suo discorso di protesta il portavoce degli attivisti.