Cambiamo: grazie a operai per ricostruzione ponte Morandi

Pol/Bac

Roma, 7 feb. (askanews) - "La rapida ricostruzione del nuovo ponte Morandi è il modo migliore per ricordare le vittime di una tragedia che ha segnato profondamente il paese. Non sapremo mai come dimostrare la nostra gratitudine agli operai che lavorano incessantemente ogni giorno per garantire la ricostruzione del viadotto in tempi brevi. Loro sono l'Italia vera, quella che crede in ciò che fa e raggiunge un obiettivo senza risparmiarsi". LO dichiarano in una nota i parlamentari di Cambiamo Stefano Benigni, Manuela Gagliardi, Claudio Pedrazzini, Aessandro Sorte e Giorgio Silli.

"Per fortuna - aggiungono - l'idea di Toninelli non è mai stata accolta, uno che verrà ricordato più per le sue numerose gaffe che per la sua attività politica e che quando era ministro voleva rendere 'vivibile', ossia luogo dove poter mangiare o passeggiare, un viadotto di collegamento tra due gallerie alto 45 metri e che oggi vorrebbe accreditarsi i risultati ottenuti dal presidente della Liguria Toti e dal sindaco di Genova Bucci".

"La ricostruzione del Ponte Morandi - concludono i parlamentari - è la prova che l'Italia unita e concentrata sui temi importanti, primo su tutti il rilancio delle grandi opere, può raggiungere i livelli più alti nello scenario mondiale".