Camera ardente Chiara Gualzetti: la 16enne in abito medievale

Via vai costante di persone, amici, familiari e conoscenti della famiglia Gualzetti alla camera ardente di Chiara, sedicenne uccisa da un coetaneo domenica 27 giugno a Monteveglio, nel Bolognese. La camera ardente presso la casa funeraria Parini di Bazzano è stata aperta questa mattina dalle 9 alle 12. 

Chiara è stata vestita in abito medievale visto la sua passione per le rievocazioni storiche e per il tiro con l'arco. Nella camera ardente è stata messa in sottofondo la musica che la sedicenne amava di più, dalle canzoni di Pino Daniele alla “Donna Cannone” di De Gregori. Sono state anche proiettate su un maxi schermo le foto di Chiara montate in un video.

SFOGLIA ANCHE: Bologna, 16enne uccisa: il ritrovamento del cadavere

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli