Camera ardente di Eugenio Scalfari aperta in Campidoglio: l’omaggio di Draghi e Mattarella al giornalista

camera ardente eugenio scalfari
camera ardente eugenio scalfari

Camera ardente di Eugenio Scalfari aperta in Campidoglio: a rendere omaggio al giornalista che ha fondato Repubblica, erano presenti anche il presidente del Consiglio, Mario Draghi, e il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Camera ardente di Eugenio Scalfari aperta in Campidoglio: l’omaggio di Draghi e Mattarella al giornalista

La camera ardente di Eugenio Scalfari, morto nella giornata di giovedì 14 luglio a 98 anni, è stata aperta nella Sala della Protomoteca in Campidoglio a Roma. La camera ardente è stata inaugurata dal sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, che ha accolto il feretro del fondatore di Repubblica insieme all’assessore alla cultura della Capitale, Miguel Gotor.

In Campidoglio, si sono recati anche il presidente del Consiglio Mario Draghi e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Dopo il suo arrivo, il premier Draghi ha chiesto al primo cittadino Gualtieri di restare cinque minuti all’interno della Sala della Protomoteca prima di lasciare il Campidoglio.

Letta: “So quanto apprezzasse Draghi”

Presso la camera ardente di Eugenio Scalfari, era presente anche il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, che ha dichiarato: “Mi ha molto colpito la coincidenza tra l’uomo dei lumi, il 14 luglio la presa della Bastiglia, il giorno delle dimissioni di Draghi. So quanto lui apprezzasse Draghi, so quanto fosse legato allo sforzo per l’Italia e per l’Europa di Draghi – e ha aggiunto –. Ne sono testimone diretto ed è una delle cose che condividevamo, questo forte sostegno per l’Italia e per l’Europa di Draghi”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli