Camera: Conte (Leu), 'su Ferri e uso trojan decisione tutta tecnica, non politica'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 16 nov. (Adnkronos) – "E' stata una decisione squisitamente tecnica sulla base di un ponderoso incartamento ed in linea con le norme sull'utilizzabilità" delle intercettazioni "per i parlamentari e in linea con le sentenze della Corte costituzionale. Una decisione tutta tecnica e non politica". Lo dice Federico Conte di Leu all'Adnkronos sul voto in giunta per le autorizzazioni alla Camera che ha votato a favore della proposta del relatore Pietro Pittalis (Fi) di negare l'uso dei file audio rilevati via trojan di Cosimo Maria Ferri, deputato di Iv.

A votare contro "sono stati solo i 5 Stelle", spiega il parlamentare di Leu. Questa decisione può creare un precedente? Insomma, un argomento per limitare l'uso dei trojan nelle indagini? "Assolutamente no. Non ha nulla a che fare con l'utilizzo dello strumento di captazione, nulla a che fare con la normativa né con il merito delle indagini. Ripeto, è stata un decisione tecnica che ha richiesto anche un notevole approfondimento". Ora che succede? "La proposta" della Giunta "deve andare in aula. Sarà l'aula che si dovrà esprimere".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli