Camera di Commercio: nuovo premier russo piace al business

Camera di Commercio: nuovo premier russo piace al business

Mosca, 20 gen. (askanews) – Il nuovo premier russo Mikhail Mishustin è particolarmente popolare tra gli esponenti del business internazionale a Mosca, grazie alla riforma del fisco russo e ad altre novità da lui introdotte, tra il 2010 e il 2020, quando è stato a capo del Servizio fiscale federale. Come spiega Vincenzo Trani, presidente della Camera di Commercio italo-russa, nonché patron di Mikro Kapital, l’azienda di microfinanza con capitale italiano più grande al mondo.

“Mishustin è senza dubbio un primo ministro dal punto di vista della sua esperienza passata, perché è un tecnico, non un politico; è una persona che tra l altro ha ottenuto degli eccellenti risultati con la sua politica fiscale, mantenendo una tassazione stabile negli anni. Questo è il motivo per il quale gli imprenditori lo considerano una persona di parola. E nello stesso tempo è stato un’eccellente risorsa in un momento in cui le politiche sociali dovevano essere mantenute non soltanto inalterate, ma addirittura incrementate. Cosa non facile da realizzare in un periodo difficile, in un periodo di sanzioni internazionali alla Russia. Quindi direi che è senza dubbio un eccellente primo ministro, tutto comincia senza dubbio bene. Quello che dovremmo considerare è che il cambio del primo ministro, quindi la nomina del nuovo e le dimissioni del precedente (Dmitrij Medvedev, ndr) sono avvenute a meno di 24 ore l’una dall altra. Questo è un dato importante, a cui noi europei non siamo abituati, e lo è perché ha consentito al Paese di mantenere la gestione della cosa pubblica sotto controllo e nello stesso tempo ha consentito di mantenere sotto controllo la volatilità del rublo: questo oggettivamente è un parametro importante”.