Camera: Di Maio (Iv), 'contrarietà e disappunto per ok Colletti a Cunial'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 18 nov (Adnkronos) – "Non trovo parole equilibrate per esprimere tutta la mia contrarietà, il disappunto, il biasimo verso la decisione presa dal mio collega Colletti, presidente del collegio di appello della Camera dei deputati, di concedere alla deputata No-Vax e No-green pass Sara Cunial la possibilità di venire al lavoro alla Camera senza Green pass". Lo dichiara Marco Di Maio, vice-presidente del gruppo di Italia Viva alla Camera.

"Mentre in tutta Italia milioni di lavoratori rispettano le regole e si adeguano alle norme anti-COVID, è inaccettabile che per una motivazione squisitamente politica e di visibilità, un deputato abusi del ruolo di garanzia che riveste all’Interno della Camera per assegnare una deroga alle norme del tutto ingiustificata e priva di ragioni sanitarie -prosegue Di Maio-. 'È contro la Costituzione', ha detto Colletti riferendosi all’obbligo di Green pass per motivare la deroga concessa alla collega Cunial. No, Colletti, è contro il buon senso e l’interesse del Paese prendere una decisione che ha un valore simbolico molto forte".

"Sono certo che la decisione assunta in autonomia da Colletti, verrà ribaltata: il Parlamento non può dare al Paese il messaggio che regole così rilevanti come quelle di contrasto alla pandemia e che stanno condizionando la vita di tutti, non valgono dentro le istituzioni per deputati e senatori", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli