Camera, ministro Fontana nega audizione, Pd protesta in Commissione

Luc

Roma, 23 lug. (askanews) - Protesta Pd durante l'ufficio di presidenza della commissione Affari europei alla Camera: i dem hanno chiesto da giorni di poter ascoltare Lorenzo Fontana, Lega, nominato ministro degli Affari europei lo scorso 10 luglio ma oggi il presidente della Commissione, Sergio Battelli, M5s, ha spiegato che il Ministro ancora non è ancora in condizione di dare una data per l'audizione.

"Il ministro - ha detto Battelli - ha spiegato che non risulta ancora perfezionato l'iter formale della delega in materia di affari europei che stabilirà puntualmente il perimetro delle funzioni che è chiamato a esercitare nonché le strutture amministrative di cui potrà avvalersi. Il ministro inoltre ha rappresentato di essere stato impegnato nella prima settimana dalla sua nomina per la sessione plenaria del Parlamento europeo a Strasburgo e poi per il consiglio affari generali a Bruxelles e di non avere nemmeno potuto procedere alla nomina del proprio ufficio di gabinetto. Il ministro ha infine fatto sapere di avere la necessità di analizzare compiutamente con i propri uffici la situazione relativa ai molteplici dossier di competenza e di effettuare il passaggio di consegne riservandosi di comunicare appena possibile una data per l'audizione che possa consentire di trattare in modo compiuto e approfondire tutte le diverse questioni inerenti nalle politiche dell'Ue nel rispetto del Parlamento".

"Dopo Salvini - protesta il deputato Pd Piero De Luca - anche il neo Ministro Fontana continua a scappare dal Parlamento. Inviando una lettera di scuse ridicola in Commissione Politiche UE, preferisce evitare di discutere dell'orientamento del Governo in Europa. Teme domande scomode sulla Russia? Non conosce i dossier?".