Cameristi della Scala celebrano Bernstein in centenario nascita

Red-Alp

Milano, 26 apr. (askanews) - In occasione dei cento anni dalla nascita di Leonard Bernstein, i Cameristi del Teatro alla Scala di Milano gli rendono omaggio lunedì 7 maggio (alle 20) con un concerto diretto da Wilson Hermanto, inserito nella Stagione "Invito alla Scala". Il programma prevede alcune tra le composizioni di Bernstein meno frequentemente eseguite in Italia, ovvero Fedro e Pausania, Agatone, Socrate e Alcibiade tratti da Serenade (dal Simposio di Platone), violino solista Francesco Manara, Tre meditazioni da Mass, dedicate a Mstislav Rostropovich, e Prelude, Fugue and Riffs per clarinetto e orchestra (arr. Lukas Foss) con Fabrizio Meloni come solista. A queste pagine si accostano lavori di altri artisti a lui vicini, dai Three Latin-American Sketches di Aaron Copland al celeberrimo Adagio per archi di Samuel Barber.

L'impaginato comprende una prima assoluta: Giovanni Sollima torna a collaborare con i Cameristi con la sua nuova composizione L'uomo che prega, brano per violoncello, voce recitante e orchestra da camera, su un testo di Michele Serra e con la partecipazione di Antonio Albanese come voce recitante. Il brano, commissionato dai Cameristi e dedicato a Bernstein, è il primo nucleo di un progetto di teatro musicale più ampio che vedrà sempre protagonisti Sollima e Albanese.

La giornata prevede anche una prova generale in forma di lezione-concerto alle ore 12.30 dello stesso 7 maggio presso l'Aula Magna dell'Università Bocconi. La prova, organizzata da MAMA Master in Arts management and administration/SDA Bocconi, è un modo per ricordare lo straordinario e innovativo contributo offerto da Bernstein alla causa della promozione della musica classica attraverso un incredibile numero di lezioni, lezioni concerto e trasmissioni televisive.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità