Camilleri, Bonisoli: se ne va un genio del Novecento

Red/Gtu

Roma, 17 lug. (askanews) - "Se ne va un genio della letteratura del Novecento. Regista teatrale, sceneggiatore, scrittore prolifico e instancabile, il maestro Andrea Camilleri lascia un vuoto profondo nella cultura italiana", così il ministro per i Beni e le Attività culturali Alberto Bonisoli ricorda lo scrittore siciliano Andrea Camilleri, scomparso oggi a Roma.

"Se ne va - sottolinea nel suo messaggio di cordoglio Bonisoli - un fine intellettuale. Se ne va uno dei migliori interpreti della sicilianità. Se ne va un galantuomo, direbbero nella 'sua' 'Vigata', che con il suo stile unico, ironico e dolce, pungente e critico, è riuscito ad avvicinare tanti italiani alla lettura, a promuovere nel mondo l'immagine della sua terra, la Sicilia, a riscattarla, con il 'suo' commissario Montalbano, narrandone vizi e virtù. Ci mancherà moltissimo".