Camilleri: Unhcr, 'fonte ispirazione per Alto commissariato Nazioni Unite'

webinfo@adnkronos.com
"Sempre dalla parte di chi è costretto a fuggire da guerre, persecuzioni e violazioni dei diritti umani, Andrea Camilleri si è costantemente messo a disposizione dell’Unhcr, con cui ha collaborato a numerose iniziative culturali e di sensibilizzazione, contribuendo con il suo immenso valore, la sua onestà intellettuale e la sua umanità". A esprimere ricordi e commozione per la scomparsa di Andrea Camilleri è anche l'Unhcr: "Ci mancheranno immensamente il suo sostegno, le sue parole e la sua saggezza, fonte d'ispirazione per tutti noi all’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Grazie Maestro per gli anni spesi al nostro fianco in difesa dei diritti dei rifugiati".  "Dal 2007 al 2010 - rammenta l'Alto commissariato delle Nazioni Unite - è stato presidente di giuria del Premio 'Per Mare. Al coraggio di chi salva vite umane', assegnato a chi, spesso a rischio della propria vita, ha scelto di soccorrere i rifugiati e migranti vittime di naufragi, nato dalla collaborazione tra l’Unhcr ed il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera. In questi ultimi anni - conclude - non ha fatto mancare il suo instancabile appoggio alla causa dei rifugiati e al principio del salvataggio in mare, sostenendo fra le altre cose la campagna withrefugees, lanciata da Unhcr in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato per contrastare il clima di intolleranza e incoraggiare la solidarietà con i rifugiati".

"Sempre dalla parte di chi è costretto a fuggire da guerre, persecuzioni e violazioni dei diritti umani, Andrea Camilleri si è costantemente messo a disposizione dell’Unhcr, con cui ha collaborato a numerose iniziative culturali e di sensibilizzazione, contribuendo con il suo immenso valore, la sua onestà intellettuale e la sua umanità". A esprimere ricordi e commozione per la scomparsa di Andrea Camilleri è anche l'Unhcr: "Ci mancheranno immensamente il suo sostegno, le sue parole e la sua saggezza, fonte d'ispirazione per tutti noi all’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Grazie Maestro per gli anni spesi al nostro fianco in difesa dei diritti dei rifugiati".  

"Dal 2007 al 2010 - rammenta l'Alto commissariato delle Nazioni Unite - è stato presidente di giuria del Premio 'Per Mare. Al coraggio di chi salva vite umane', assegnato a chi, spesso a rischio della propria vita, ha scelto di soccorrere i rifugiati e migranti vittime di naufragi, nato dalla collaborazione tra l’Unhcr ed il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera. In questi ultimi anni - conclude - non ha fatto mancare il suo instancabile appoggio alla causa dei rifugiati e al principio del salvataggio in mare, sostenendo fra le altre cose la campagna #withrefugees, lanciata da Unhcr in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato per contrastare il clima di intolleranza e incoraggiare la solidarietà con i rifugiati".