Camorra e 'ndrangheta a Roma, smantellata rete di narcotraffico -2-

Red/Gtu

Roma, 4 feb. (askanews) - Secondo la ricostruzione documentata dagli investigatori, Polito, in collaborazione con Filippone, dirigeva una strutturata organizzazione criminale che smerciava ingentissimi quantitativi di droga, cocaina e hashish, sulla tratta Roma-Cagliari e, per ottenere i propri illegali profitti, collaborava con i fratelli Esposito, membri di vertice dell'altra associazione di trafficanti di droga. Anche secondo le dichiarazioni di un collaboratore di giustizia, l'organizzazione criminale diretta dai fratelli Esposito acquistava dall'altra parte della droga destinata alle piazze di spaccio controllate, nella zona nord est della capitale.

E le connessioni dell'organizzazione di matrice 'ndranghetista erano ancora più estese: le indagini condotte su Vincenzo Polito - spiegano gli investigatori - hanno permesso di accertare che inviava periodicamente ingenti quantitativi di narcotico - in una circostanza è stata accertata la vendita di 21 chili di cocaina - a Luca Zedde, a capo di un'organizzazione criminale sarda.

Le indagini hanno ricostruito la rete di narcotraffico e l'organigramma dell'organizzazione e tutti i sodali specializzati nel "recupero crediti".(Segue)