Camorra, traffico illecito di farmaci all'estero: 5 arresti

Psc

Napoli, 24 set. (askanews) - Un vero e proprio mercato illegale del farmaco da destinare all'estero, parallelo al circuito lecito e gestito con il placet della camorra: è quanto scoperto da un'indagine dei carabinieri del Nucleo investigativo di Aversa, coordinati dai magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, che hanno eseguito cinque provvedimenti cautelari: uno in carcere e quattro agli arresti domiciliari. Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, ricettazione, furto, truffa, falsità materiale commessa da pubblico ufficiale e da privato, continuati ed in concorso. Il provvedimento scaturisce da una più ampia attività investigativa avviata nei confronti del gruppo criminale noto come "Nuova gerarchia del clan dei Casalesi" riconducibile alla fazione Bidognetti, già riconosciuto in sede giudiziaria. L'attività d'indagine ha consentito di individuare un corposo mercato illecito del farmaco, avviato dal gruppo parallelamente alle tipiche attività illecite del clan e finalizzato al reperimento illecito di farmaci essenziali o per malattie croniche, a totale carico del Servizio sanitario nazionale da destinare poi a un commercio parallelo, principalmente all'estero. (segue)