Camorra, traffico illecito di farmaci all'estero: 5 arresti -2-

Psc

Napoli, 24 set. (askanews) - In particolare, all'associazione viene contestato il rastrellamento illecito di medicinali presso numerose farmacie in Campania, Lazio e Lombardia, utilizzando le ricette rosse provento di furto presso ospedali e studi medici; la compilazione di prescrizioni mediche a nome di ignari professionisti accreditati presso il Servizio sanitario regionale per la somministrazione di farmaci di classe "A" in totale esenzione di ticket in favore di pazienti inesistenti o ignari; il recupero dei medicinali, poi veicolati all'estero tramite complici e in totale assenza di qualsiasi attenzione alla corretta modalità di conservazione dei prodotti, con grave pericolo per la salute delle persone.​ L'indagine, sin dal suo prologo nell'anno 2017, ha permesso di quantificare introiti illeciti pari a oltre 600mila euro, con relativo danno al Servizio sanitario nazionale. Al gruppo criminale è, inoltre, contestato il versamento di parte dei proventi alla famiglia Bidognetti, alla quale il gruppo aveva preventivamente richiesto esplicita autorizzazione per l'esercizio del business illegale.