Campania, avviso pubblico imprese che gestiscono beni confiscati

Aff

Napoli, 24 lug. (askanews) - La regione Campania ha pubblicato un avviso pubblico "Supporto alla gestione dei beni confiscati" con cui intende finanziare progetti di avvio, sviluppo e/o consolidamento dell'imprenditorialità sociale all'interno di beni confiscati alla criminalità organizzata. Il bando, a valere sul POR Campania FSE 2014/2020, Asse II Inclusione Sociale, Obiettivo Specifico 11, ha un valore di 3 milioni e 613mila euro.

L'avviso è finalizzato alla valorizzazione dei beni confiscati e ad accrescere la competitività dell'impresa e che contribuisca, in coerenza con la destinazione sociale dei beni stessi, allo sviluppo socio-economico del territorio in cui sono realizzati e alla diffusione della cultura della legalità. Possono partecipare le imprese sociali, le cooperative sociali e i loro Consorzi e le associazioni di promozione sociale.

L' avviso prevede la concessione di un contributo "de minimis" nella misura del 100% delle spese ammissibili: fino all'importo massimo di 80mila euro per gli interventi candidati in forma singola; fino all'importo massimo di 150mila euro per gli interventi candidati in forma associata. Ciascun progetto, a pena di esclusione, deve avere una durata massima di 18 mesi a partire dalla sottoscrizione dell'atto di concessione, salvo concessione di proroga da parte della Regione.