Campania,Ciarambino(M5S): stop aggressioni medici negli ospedali

Aff

Napoli, 25 set. (askanews) - "Finalmente uno strumento atteso da anni a tutela di medici, infermieri e personale sanitario sempre più vittime di episodi di aggressione. Grazie all'impegno dei parlamentari del Movimento 5 Stelle, sulla scorta delle nostre battaglie in Consiglio regionale, è stato approvato oggi in Senato il ddl che prevede una serie di misure che costituiranno un serio deterrente ai casi di violenza, sempre più frequenti, nelle corsie dei nostri ospedali e a danno degli operatori del 118". Lo dichiara la capogruppo regionale della Campania del Movimento 5 Stelle, Valeria Ciarambino. "Un fenomeno sentito in particolar modo in Campania dove, nel solo 2019, come denuncia "Nessuno tocchi Ippocrate", si contano già 79 episodi di aggressione ai danni di medici e infermieri. - continua la Ciarambino - È a tutti coloro che hanno subito violenza nell'esercizio del proprio servizio salvavita che dedico la vittoria di oggi, con l'auspicio che prestissimo la Camera approvi in via definitiva".

"Tra le misure previste dal ddl, oltre all'istituzione di un Osservatorio Nazionale sulla sicurezza in sanità, un inasprimento delle pene per chi compie un'aggressione ai danni di un operatore sanitario nell'esercizio della sua professione. Sarà inoltre introdotta la procedibilità d'ufficio anche senza la querela della persona offesa, misura che gli operatori invocavano da anni. Non consentiremo più che chi è impegnato ogni giorno a salvare vite umane e a garantire a tutti noi il sacrosanto diritto alla salute, si rechi al lavoro con addosso la paura di mettere a repentaglio la propria incolumità" conclude la nota.